Brasile a lezione di calcio: la Germania vince 7-1!

by · July 8, 2014

La scena finale racchiude, emblematicamente, il senso della sfida appena conclusa: il pubblico, in piedi, dedica applausi scroscianti alla Germania, mentre i giocatori del Brasile giacciono senza forze sul terreno di gioco, alcuni piangendo, altri pregando (capitan David Luiz in primis). Scene di un sogno infranto, con Scolari che poi decide di chiamare a raccolta i calciatori, utilizzando una gestualità che sa molto di assunzione di colpe. La Germania scrive un pezzo di storia calcistica, espugnando il Mineirao di Belo Horizonte e, soprattutto, annientando il Brasile per 7-1: una vittoria travolgente, schiacciante, irridente nei confronti di un gruppo che, più a livello psicologico che non tecnico, ha patito il dramma dell’infortunio di Neymar e la squalifica di Thiago Silva. Serata memorabile per gli uomini di Loew: Klose, mettendo a segno il suo sedicesimo gol in un Mondiale, supera infatti Ronaldo divenendo il marcatore più prolifico nella storia della manifestazione; i brasiliani, poi, non avevano mai subito una sconfitta con cosi’ tante reti di scarto . Cifre che ingigantiscono un’impresa memorabile, proiettando Ozil e compagni in finale.

Germany's Klose celebrates after scoring his team's second goal against Brazil during their 2014 World Cup semi-finals at the Mineirao stadium in Belo Horizonte

Scolari e Loew si presentano al penultimo appuntamento verso la gloria con due formazioni a specchio: 4-2-3-1 per entrambi i tecnici, Bernard e Dante sostituti di Neymar e Thiago Silva e, dall’altra parte, l’eterno Miro Klose a caccia di nuovi record da battere. I primi minuti sono di studio, ma l’equilibrio si spezza molto presto: all’11 Muller si avventa come un falco su un angolo da destra di Kroos, anticipando i difensori e lasciando di stucco Julio Cesar, con un’azione da classico numero 9. Ci si aspetta la reazione verdeoro, ma è l’inizio della fine. Tra 23′ e 26′, infatti, la contesa si conclude: prima Klose trafigge il Brasile e diventa recordman di marcature nel Mondiale, poi Kroos con un sinistro a fil di palo e un piatto destro supera Julio Cesar. Gli uomini di Scolari sono in confusione e al 29′ cedono ancora: preciso destro di Khedira su invito di Ozil e Germania che si porta sul 5-0.

Brasile a terra

Lo psicodramma brasiliano non si arresta neanche nella ripresa. I verdeoro premono con la forza della disperazione e Neuer è costretto a superarsi in serie su Ramires, Oscar e Paulinho per due volte, ma si tratta di un fuoco di paglia. I tedeschi infatti fanno accademia, rallentando i ritmi ed evitando di infierire su una squadra in chiara confusione mentale: quando decidono di accelerare nuovamente, pero’, si dimostrano letali. Il neo entrato Schurrle trova prima la gloria al 69′, trafiggendo Cesar con un tocco di destro in area di rigore, ripetendosi poi al 79′ con una conclusione di sinistro che si insacca sotto la traversa. Il pubblico applaude sportivamente i trionfatori, mentre il Brasile trova la forza del gol della bandiera con Oscar, lesto a incunearsi in una difesa sguarnita e a battere Neuer.

Germania festa

Quinta finale di un Mondiale per la Germania: la sconfitta col Brasile del 2002 è stata vendicata e, finalmente, questa magnifica generazione di calciatori ha la possibilità di alzare al cielo il primo trofeo, dopo anni di grande continuità unita a una sfilza di amare sconfitte in semifinale. Il Brasile, dall’altro lato, ha pagato lo scotto di una enorme pressione, unita al devastante impatto psicologico legato all’infortunio della stella Neymar. Nessun alibi, pero, può attenuare il peso di una sconfitta epocale che sancisce un enorme passo indietro da un punto di vista qualitativo e tecnico: ormai da anni, infatti, il Brasile non è più la squadra guida a livello internazionale. La Germania dei giovani fenomeni è pronta a prendere il testimone che fu verdeoro e poi della Spagna campione di tutto: prima, pero’, dovrà superare il durissimo scoglio rappresentato dalla vincente di ArgentinaOlanda. Prepariamoci, in ogni caso, a una finale da sogno.

Tabellino:

Brasile(4-2-3-1): Julio Cesar, Maicon, David Luiz, Dante, Marcelo, Fernandinho (46′ Paulinho), Luiz Gustavo, Bernard, Hulk (46′ Ramires), Oscar, Fred (69′ Willian). Allenatore: Scolari

Germania(4-2-3-1): Neuer, Hoewedes, Hummels (47′ Mertesacker), Boateng, Lahm, Khedira (75′ Draxler), Schweinsteiger, Ozil, Kroos, Muller, Klose (58′ Schurrle). Allenatore: Loew

Arbitro:Marco Rodriguez Moreno

Marcatori: 11′ Muller 23′ Klose 25′ Kroos 26′ Kroos 29′ Khedira 68′ Schurrle 78′ Schurrle (G), 89′ Oscar (B)

Ammoniti: Dante (B)

Giorgio Tosto

Comments

comments