Costa Rica fa sul serio: 3 a 1 all’Uruguay

by · June 14, 2014

Che il Costa Rica non sarebbe stato un avversario cuscinetto lo si poteva già intuire guardando al percorso di qualificazione che ha portato la squadra alla fase finale dei Mondiali 2014. Ma che la squadra di Campbell, Duarte e Bolanos potesse esordire con un fragoroso 3 a 1 sull’Uruguay, paese dalla storia calcistica sicuramente più corposa, nessuno avrebbe potuto immaginarlo.

L’Uruguay, passato in vantaggio al ’23 su rigore con Cavani, non si aspettava di certo una reazione cosi organizzata, prepotente e vincente da parte della “cenerentola” del gruppo D. Il Costa Rica, accusato il colpo, non ha però perso tempo a riorganizzarsi rendendosi diverse volte pericoloso con Campbell (’26, gran botta da fuori di poco a lato) e poi Gonzalez al ’30. Il primo tempo si chiude tuttavia con il vantaggio dell’Uruguay.

Nel secondo tempo, lo spettacolo costaricano comincia: al ’49 Muslera nega il goal a Duarte (bel colpo di testa), ma nulla può al ’53, quando Campbell, solo in area al termine di un’azione stupenda, porta il risultato sull’1 a 1 con un destro secco che batte il portiere avversario.

campbell costarica

 

Da quel momento il Costa Rica prende le redini della partita, con un Uruguay tramortito e incapace di rendersi pericoloso. Passa un minuto e al ’54 Duarte riesce a battere Muslera, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Subito dopo, Campbell ci riprova da fuori e stavolta il pallone finisce fuori di un nulla.

L’Uruguay prova ancora a reagire con Cavani al ’69, ma Navas si supera e nega il pareggio al Matador. E arriva poco dopo il goal che chiude la partita: lo sigla Urena, appena entrato, su gran passaggio del solito Campbell. Da registrare l’espulsione di Pereira (Uruguay) per un fallo tanto brutto quanto ingenuo, dettato dal nervosismo a fine partita.

Al fischio finale, una cosa è chiara: il Costa Rica vuole andare lontano, e questo rende il girone D dei Mondiali 2014 ancora più interessante.

Comments

comments

Filed Under: News

Tags: , ,