Germania-Argentina, ultimo atto per la gloria mondiale

by · July 13, 2014

Dopo un mese  carico di emozioni, colpi di scena e risultati assolutamente inaspettati, i mondiali di calcio in Brasile ci regalano oggi l’ultimo atto, il più importante. Stasera alle 21:oo (ore italiane), al Maracanà di Rio De Janeiro,  Germania e Argentina disputeranno la finale, contendendosi l’ambitissima coppa d’oro. Sarà quindi Europa contro Sud America, ma non sarà il Brasile di Felipe Scolari a rappresentare il continente americano. Per i verdeoro, reduci ieri dalla  sconfitta per 3-0 nella “finalina” con l’Olanda, la sfida al vertice di stasera sa un po’ di beffa. Nessuno mai avrebbe potuto pensare che in Brasile si potesse arrivare a fare il tifo per gli odiati cugini argentini, ma dopo la storica umiliazione subita dai tedeschi (7-1 in semifinale), questa probabilità appare più che concreta.

I padroni di casa però hanno poco da recriminare, se non con lori stessi, vista la qualità di gioco espressa lungo tutto il mondiale. Nessun dubbio invece sulla nazionale tedesca guidata da Joachim Loew. Una macchina sin qui pressoché perfetta, con pochissime sbavature mostrate nei match contro Ghana e Algeria. Anche oggi le fortissime aquile si disporranno in campo con il 4-3-3. Tra i pali ci sarà ovviamente Manuel Neuer, l’eccezionale portiere capace di arrabbiarsi con la sua difesa anche in occasione del gol subito da Oscar, quando la Germania conduceva sul Brasile per 7-0.  In difesa, Hummels e Mertesacker al centro, Lahm e Howedes sulle corsie laterali. A centrocampo il mix di potenza e fantasia sarà garantito da Schweinsteiger, in posizione più arretrata rispetto a Kroos e Khedira. Il temibilissimo reparto offensivo sarà composto invece da Ozil (sin qui non proprio brillante), Mueller (già  5 reti per lui in questo torneo) e Klose, divenuto da poco il miglior marcatore della storia nei mondiali di calcio, avendo collezionato ben 16 marcature. Una squadra forte, perfettamente collaudata. Gli uomini di Loew sono i grandi favoriti e sanno di esserlo. L’allenatore, seppur precisando che l’Argentina è una squadra di tutto rispetto, ha sottolineato che ai tedeschi, per vincere, “basterà fare la Germania”. Un messaggio conciso, freddo, in classico stile tedesco. Il significato è chiaro: se state tranquilli, se non vi emozionate, la coppa del mondo la portiamo a casa.

joachim_loew_getty

In casa Argentina, Sabella infonde ottimismo, ed è giusto che sia così. La sua Argentina, seppur poco spettacolare, ha dimostrato grande solidità durante il torneo. La nazionale albiceleste è la squadra ad aver subito meno reti nel mondiale (3) e nessuna di queste nella fase ad eliminazione diretta. Sabella è riuscito  a sviluppare  grande sintonia nel gruppo e a creare automatismi di gioco che hanno reso la difesa argentina difficilmente penetrabile. Per il resto, poco da dire sul reparto offensivo, probabilmente ancora più forte di quello tedesco. Lavezzi, Higuain, Messi. Non c’è alcun bisogno di presentazione ad un trio da favola. Quel che serve è soltanto che riescano a dare il meglio di loro stessi. In particolare Messi, a cui tutto il popolo argentino si affida per risolvere favorevolmente una sfida quanto mai difficile. Maradona ha già detto di essere pronto a stendere un tappeto rosso per  il fuoriclasse del Barcellona. Una sfida carica di significato  per il predestinato argentino, che proverà a non deludere le fortissime aspettative riposte su di lui. Quanto alla formazione di gioco, l’Albiceleste scenderà in campo con la stessa formazione titolare contro l’Olanda. Romero tra i pali, De MichelisGaray al centro della difesa, Rojo e Zabaleta rispettivamente a sinistra e a destra. A centrocampo Mascherano, Biglia e Perez, con quest’ultimo a sostituire ancora l’infortunato Angel di Maria, che secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe entrare in campo a partita in corso. In Attacco Messi e Lavezzi, da esterni, cercheranno di fornire quanti più assist possibili a Gonzalo Higuain, l’uomo più avanzato della nazionale argentina.

 Maradona-Messi-006

Negli ultimi due incontri mondiali tra Germania e Argentina, sono stati sempre i tedeschi ad avere la meglio. Nel 2006 vinsero ai supplementari, dopo l’1-1 ai tempi regolamentari. Nel 2010, le aquile tedesche annichilirono per 4-0 i rivali argentini, la peggiore sconfitta degli ultimi 40 anni della nazionale Albiceleste. La Germania non perde da 17 partite, ma in questo mondiale l’Argentina ha sempre vinto, senza mai andare in svantaggio. Se non sempre le statistiche forniscono indicazioni precise, talvolta danno però il quadro di quali forze si misurano in campo. A partire dalle motivazioni dei singoli giocatori, dall’entusiasmo del palcoscenico e dalle aspettative e speranze di due popoli, ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una finale storica. Non resta altro che goderci lo spettacolo.

Gabriele Pulvirenti

 

Probabili Formazioni:

GERMANIA (4-3-3): Neuer; Lahm, Hummels, Mertesacker, Howedes; Khedira, Schweinsteiger, Kroos; Muller, Klose, Ozil

ARGENTINA (4-3-1-2): Romero; Zabaleta, Demichelis, Garay, Rojo; Mascherano, Biglia; Perez, Messi, Lavezzi; Higuaín

Comments

comments