Girone B al completo: avanti Olanda e Cile, fuori la Spagna

by · June 23, 2014

 

Il Girone B è il primo a chiudere i battenti nella rassegna dei Mondiali 2014, concedendo un verdetto già noto prima della terza ed ultima tornata di gare ma pur sempre sorprendente nella sostanza: abdicano i conquistadores spagnoli di Del Bosque, insieme all’Australia, mentre accedono agli ottavi Olanda e Cile. Furie rosse che pagano una memorabile scoppola all’esordio contro l’Olanda, seppelliti sotto 5 reti, e la pochezza espressa contro la gagliardia cilena, costata un 2-0 che ha calato il sipario sull’era del mitico tiki taka.

Ininfluente l’ultima partita giocata contro la già rassegnata cenerentola del torneo, l’Australia, tenutosi nel pomeriggio (ora italiana) all’Arena da Baixada di Curitiba e terminata 0-3. Per la cronaca, a segno al 36° David Villa, che ha concluso con questa rete il suo glorioso corso in nazionale, il ritrovato Fernando Torres al 69’ e Juan Mata all’82’.

Arjen_Robben_20120609

Vera trionfatrice l’Olanda di Van Gaal, che avevamo descritto così sul piano tattico nella nostra presentazione alla vigilia e che ha esposto il meglio dei gioielli nazionali: letteralmente imprendibile in tutte e tre le apparizioni il Freccia Arancio di Bedum, “Alien” Robben (foto sopra), letale la punta di diamante Van Persie, decisivo sotto sottoporta, tornato a dettare geometrie impeccabili Wesley Snejder. A sorreggere il trio delle meraviglie una rocciosa difesa a tre, protetta dai due mastini De Jong e De Guzman, e due tornanti esterni Janmaat e Blind. Nell’ultima ininfluente partita contro il Cile, disputata all’Arena Corinthians di San Paolo e terminata 2-0, vanno a segno Leroy Fer al 77’ e Memphis Depay al 92′.

Seppur sconfitto dagli olandesi volanti, il sorprendente Cile agguanta il secondo posto tanto sulle folate offensive del funambolico ex udinese Alexis Sanchez e dell’attaccante di proprietà del Napoli, Edu Vargas, quanto sulla voracia agonistica di “King Arturo Vidal, il Messi del centrocampo”. A farne le spese, oltre alla Spagna, anche l’Australia, in una partita d’esordio vinta nettamente e che ha messo in mostra la tenuta difensiva supportata da 5 difensori di buona sostanza e tre mediani che fanno della grinta l’arma principale, al di là delle indubbie potenzialità tecniche di Vidal.

Per Olanda e Cile si apre dunque lo scenario degli ottavi di finale: appuntamento il 28 Giugno alle 18 italiane a Belo Horizonte per il Cile contro il Brasile di Neymar, prima classificata del Girone A;  di scena invece il 29 Giugno alle 18 a Fortaleza l’Olanda contro il Messico, seconda qualificata del Gruppo A.

Comments

comments