Girone D: sorpresa Costa Rica, Italia a casa

by · June 24, 2014

Il girone D dei Mondiali si è chiuso stasera, lasciando comprensibilmente l’amaro in bocca ai tifosi dell’Italia, e riservando non poche sorprese: a passare il turno sono infatti Costa Rica e Uruguay, mentre Italia ed Inghilterra fanno le valigie e salutano il Brasile dopo solo 3 partite giocate.

Che il girone sarebbe stato difficile lo si sapeva da sempre: che a finirlo in testa sarebbe stata la Costa Rica ci avrebbero scommesso in pochi però: la squadra di Ruiz, Bolanos e Campbell ha giocato finora un mondiale perfetto. Esordio con vittoria sull’Uruguay per 3 a 1, vittoria contro l’Italia per 1 a 0 e pareggio finale contro l’Inghilterra: qualificazione assicurata in anticipo, e primo posto del girone.

L’Italia è sicuramente la squadra che ha deluso di più nel girone. Gli azzurri, autori di un buon esordio contro l’Inghilterra (vittoria per 2 a 1) sono crollati a livello fisico e di gioco pochi giorni dopo, perdendo meritatamente contro Costa Rica. Infine, il disastro contro l’Uruguay, che battendo gli azzurri approda agli ottavi; stavolta, bisogna dirlo, l’Italia ha subito un grave torto arbitrale (l’inspiegabile espulsione di Marchisio) e la scorrettezza degli avversari (Suarez che letteralmente prende a morsi Chiellini).

Balotelli

Tante le pecche degli azzurri: fra queste, l’impalpabilità di alcuni “campioni”, come Balotelli (non si spreca, non corre mai), le scelte a volte discutibili di Prandelli, una forma fisica pessima. Prandelli, che negli anni aveva costruito una squadra solida e capace di arrivare in finale ad Euro 2012, si è dimesso pochi minuti dopo la sconfitta contro l’Uruguay.

Uruguay: passa da seconda agli ottavi la squadra di Tabarez. Poca consistenza, poco gioco, ma 6 punti che mettono il silenziatore, almeno per adesso, a molte critiche.

uru esultanza

Per quanto riguarda l’Inghilterra, chi scrive pensa che la squadra di Hodgson non abbia del tutto meritato di finire ultima nel girone: la partita dell’Italia aveva mostrato una squadra vivace, capace di arrivare in porta. Ma la freschezza di giocatori come Sterling o Sturridge non è bastata per evitare la fine ingloriosa di un’altra (ex) grande del calcio mondiale.

Comments

comments

Filed Under: News

Tags: , , ,