Mondiali 2014: da domani via agli ottavi

by · June 27, 2014

Dopo quattordici giorni ininterrotti di partite, oggi riposo per tutte le nazionali qualificate agli ottavi di finale. Inizierà da sabato 28  la fase a eliminazione diretta dei mondiali di calcio 2014. Nella fase a gironi, soltanto quattro selezioni sono riuscite a qualificarsi con nove punti, centrando tre vittorie in altrettante partite. Si tratta dell’Argentina, trascinata dal fuoriclasse Messi, la Colombia della funambolica ala viola Cuadradoil Belgio di Eden Hazard e l’Olanda del freccia arancio Arjen RobbenProprio la nazionale allenata da Louis Van Gaal ha realizzato il maggior numero di reti (10), seguita da Colombia (9) e Francia (8). Tre le squadre “eccellenti” eliminate” nella fase a gironi. I campionissimi spagnoli del Marchese del Bosque, travolti dall’Olanda e poi superati dal Cile, il Portogallo di Cristiano Ronaldo, superato per differenza reti dagli Stati Uniti nel girone G e l’Italia dell’ormai ex allenatore Cesare Prandelli. Una spedizione davvero deludente quella degli azzurri, iniziata bene con una vittoria sull’Inghilterra e conclusa amaramente con le due sconfitte contro la Costa Rica e l’Uruguay. Proprio l’uruguay dovrà rinunciare però, da ora in avanti, al pistolero Suarez, reo di aver rifilato un morso sulla spalla del malcapitato Giorgio Chiellini. Proprio oggi, la FIFA ha sospeso per 4 mesi la punta del Liverpool da qualunque attività calcistica, oltre che per nove giornate.

Il quadro degli ottavi è il seguente: sabato 28 si disputeranno Brasile-Cile (ore 18:00) e Colombia-Uruguay (ore 22:00). Domenica, agli stessi orari, sarà il turno di Olanda-Messico e Costa Rica-Grecia.  Lunedì si sfideranno Francia-Nigeria e Germania-Algeria. Proprio quest’ultima ha strappato il ticket per l’accesso agli ottavi di finale ieri sera, eliminando la Russia allenata da Fabio Capello (foto sotto). Martedì 1 Luglio si completerà il calendario degli ottavi di finale con due match in cui saranno contrapposte Argentina-Svizzera e Belgio-Stati Uniti.

capello_1548677a

Premettendo che stilare qualunque pronostico sia tutto meno che semplice, ci si può limitare a constatare che, almeno sulla carta, la Germania di Joachim Loew ha l’appuntamento meno proibitivo. A seguire la Francia, certamente molto più solida delle super aquile nigeriane. Assai equilibrate appaiono Costa Rica-Grecia e Colombia–Uruguay. Brasile e Olanda se la vedranno con due avversarie di qualità, sicuramente temibili. L’Argentina dovrà provare a superare la Svizzera, ma senza dare per scontato che sia costantemente Messi a vincere le partite da solo, mentre i diavoli rossi hanno si, sempre vinto, ma mai impressionato veramente. Contro gli Stati Uniti allenati dalla vecchia volpe Jurgen  Klinsmann, ci sarà poco da scherzare.

Gabriele Pulvirenti

 

Comments

comments