Spagna-Italia 1-0: buon lavoro mister Prandelli

by · March 6, 2014

 

Spagna in declino? Ciclo finito per la generazione d’oro dei nuovi conquistadores? Forse, al massimo, lo vedremo più avanti in Brasile… Intanto non solo non ce ne siamo proprio accorti ma anzi, se non siamo stati presi a schiaffoni tecnici e tattici, poco c’è mancato: se preferite, abbiamo appreso nozioni basilari di grande calcio, fatto di passaggi precisi e consapevoli, di ruoli interpretati con cura di ogni metro di campo, di schemi ormai recitati a memoria. In cattedra la Spagna del saggio Del Bosque che, se non sul piano del risultato, deciso in fin dei conti da un solo gol di Pedro, dirige l’amichevole di lusso contro i nostri azzurri con autoritaria supremazia.Al Vicente Calderon di Madrid, il successo meritato della Furie Rosse porta il marchio di fabbrica del celeberrimo tiki taka, con il quale gli azzurri hanno dovuto fare i conti sostanzialmente dal primo all’ultimo minuto, irretiti dalla consueta tela di passaggi ai limiti dell’emicrania, se si esclude qualche sprazzo in area avversaria: dopo 4 minuti Cerci guadagnava prepotentemente il fondo disegnando una traiettoria che scavalcava Casillas e si stampava sul palo, mentre al 29′ una stupenda combinazione juventina Marchisio-Osvaldo, con tacco del primo e tunnel all’avversario per il secondo, vedeva il pallone lambire l’incrocio dei pali. Il resto del monologo spagnolo non sortiva effetti nefasti per la nostra retroguardia, sebbene la tenaglia stretta sulla nostra difesa, nella quale non ha affatto sfigurato un solido Paletta al debutto, sia stata pressoché costante.

pedro Barça

Nel secondo tempo i tecnici Del Bosque e Prandelli rivoluzionavano i rispettivi schieramenti con una continua girandola di sostituzioni. La differenza tecnica tra l’ingresso di Giaccherini e quello di Silva però appariva subito evidente: il fantasista del Manchester City liberava prima al tiro al 52° Thiago Alcantara, sul quale Buffon sventava uscendo a valanga, poi al 63′ costruiva l’azione del gol triangolando splendidamente con Iniesta, favorendo la conclusione, ravvicinata e favorita da un rimpallo, di Pedro (nella foto in maglia blaugrana), che decide l’incontro dopo essere stato certamente il migliore dei suoi, indemoniato sulla destra. Nonostante gli ingressi di Destro e Immobile, all’esordio, la Spagna legittimava il vantaggio di fronte ad un’Italia incapace di controbattere.

Sebbene l’Italia abbia vinta solo una delle ultime 13 amichevoli, niente catastrofismi, a patto che al contempo non ci si facciano illusioni: per essere competitiva ai Mondiali 2014, l’Italia avrà bisogno non solo di un condizione fisica ben maggiore, come ha riconosciuto lo stesso tecnico Prandelli a fine gara, ma soprattutto di oliare schemi offensivi che possano quanto meno impensierire con più costanza gli avversari. A parere nostro, ieri sera in campo c’è stata una sola squadra in grado di imbastire entrambi le fasi, difensiva ed offensiva, del calcio; un’altra si è limitata a tentare un gioco d’argine, per la verità neanche impeccabile. Al di là delle pesanti assenze di Chiellini, De Rossi, Balotelli e Rossi, in Brasile serviranno ben altra corsa, creatività e schemi… ai Mondiali servirà l’Italia che vuole e può dare di più. Buon lavoro mister Prandelli.

@ Mario Agostino

 

TABELLINO FINALE

Spagna (4-3-3): Casillas (1′ st Valdes); Azpilicueta, Javi Martinez, Sergio Ramos (20′ st Albiol), Jordi Alba; Busquets (1′ st Xabi Alonso), Thiago, Fabregas (1′ st Silva); Pedro (37′ st Cazorla), Diego Costa, Iniesta (20′ st Jesus Navas).

A disp.: Reina, Juanfran, Xavi, Koke, Cazorla, Negredo. Ct.: Del Bosque.

Italia (4-3-3): Buffon; Maggio (1′ st Abate), Barzagli, Paletta, Criscito (1′ st De Sciglio); Marchisio, Motta (17′ st Giaccherini), Montolivo; Cerci (24′ st Destro), Osvaldo (24′ st Immobile), Candreva (1′ st Pirlo).

A disp.: Sirigu, Perin, Astori, Chiellini, Bonucci, Parolo, Verratti, Gilardino, Insigne. Ct.: Prandelli.

Arbitro: Aranovskiy (Ucraina)

Marcatore: 18′ st Pedro

Ammoniti: Criscito, Destro (I)

Comments

comments

Filed Under: Italia, News

Tags: , , , , ,