Su il sipario sui Mondiali: alle 22 Brasile-Croazia

by · June 12, 2014

 

3-2-1… Su il sipario! Alle ore 22 italiane di oggi, 12 Giugno 2014, il calcio d’inizio di Brasile-Croazia darà il via alla ventesima edizione di Mondiali di calcio. Comincia una cavalcata verso l’Eldorado che passerà per 64 partite nel giro di un mese, attraverso le dodici più belle città del Brasile, che vi abbiamo raccontato in queste pagine andando a riassumere sfaccettature, clima e stadi che ospiteranno i migliori atleti di tutto il mondo. Nel quinto stato più grande del mondo, con il 47% del totale del territorio del Sudamerica, si sfideranno 32 squadre contendenti: in questa pagina abbiamo preparato per voi video, approfondimenti, notizie su ogni formazione, con un occhio di riguardo sulle più quotate per avanzare nella competizione, attraverso la rubrica “squadre mondiali”.

Divise in 8 gruppi da 4 squadre, le squadre si sfideranno nelle cornici della Belo Horizonte dai due volti, nell’inferno di Manaus, della capitale Brasilia, della politicamente esemplare Porto Alegre, per citarne solamente alcune, senza dimenticare Rio de Janeiro ed il suo leggendario Estádio Jornalista Mário Filho, meglio noto come Maracanã, che chiuderà la rassegna con la finale del 13 luglio.

Mondiali2014ok

Nel corso delle precedenti diciannove edizioni, si sono aggiudicate il titolo di campionesse del mondo il Brasile (5 mondiali vinti), la nostra Italia (4), la Germania (3), l’Argentina (2), l’Uruguay (2), la Francia (1), la Spagna (1), l’Inghilterra (1): saranno tutte dell’avvincente partita, per questo ad ognuna abbiamo dedicato accurata presentazione. Alle avversità tecniche si aggiungeranno quelle climatiche: il Brasile entra nella stagione invernale ma le temperature rimangono sempre piuttosto alte, con un’umidità capace di raggiungere alte percentuali, certo non un’agevolazione per le compagini non abituate a questo clima.

Qualche nota di colore: il pallone adottato, denominato dalla Adidas “Brazuca”, vuole simboleggiare allegria e colori brasiliani, mente la mascotte di questo campionato è FULECO (foto sopra), un simpatico armadillo (mammifero tipico delle Americhe) giallo e azzurro che indossa pantaloncini verdi e maglietta bianca, ovviamente con la scritta Brazil 2014: il nome deriva dalle parole ‘futebol’ (calcio) ed ‘eco’ (ecologia), secondo gli obiettivi posti dal governo nazionale. Poco successo finora per la canzone ufficiale, “We are one (Ole Ola)”, cantata da Jennifer Lopez, dal rapper Pitbull e dalla brasiliana di Rio Claudia Leitte. E’ forse anche per questo che la stessa Shakira, proprio come quattro anni fa, ha pensato di creare una sua personale colonna sonora dal titolo “La La La – Brazil 2014” cantata insieme al compositore, cantante e percussionista Carlinhos Brown.

Brasile-Croazia: ciak si gira…

Dopo la cerimonia d’apertura, a scandire i primi passi di questo attesissimo valzer carioca saranno ovviamente i padroni di casa, carichi della pressione di un paese che respira calcio spasmodicamente ed attende questi Mondiali come evento epocale. A saggiarne preparazione alla pressione e freddezza nella partita d’esordio, la Croazia di Modric, uno scacchiere di tutto rispetto in gradi di imbrigliare gli avversari: “a volte i miracoli succedono – afferma il CT Niko Kovace noi ce la metteremo tutta perché questa sia una di quelle volte. Conoscete il nostro orgoglio nazionale: ecco, il calendario ci ha fornito l’occasione di centrare un risultato storico, e di certo non ci arrenderemo fino alla fine nel tentativo di conseguirlo. Il Brasile è fortissimo e favorito, ma penso che tutto il mondo sia d’accordo sul fatto che la Croazia non parta mai battuta. Nessuno si diverte con noi, credetemi. E non succederà nemmeno al Brasile”. Secondo il 4-2-3-1 con cui abbiamo presentato il suo scacchiere alla vigilia, la Croazia conterà principalmente sulla maestria nel palleggio di Rakitic, Modric e Kovacic in cabina di regia, sulla feroce spinta dalla destra difensiva del grintoso capitano Srna, e sull’esperienza internazionale offensiva dell’esterno Olic e del centravanti Mandzukic, attaccanti di tutto rispetto in grado di impensierire certamente qualsiasi retroguardia. Da verificare la restante composizione in difesa e l’altro esterno offensivo, date le condizioni non perfette di alcuni elementi.

neymar2

Sulla sponda degli attesissimi brasiliani, non esenti da una pressione cresciuta negli ultimi giorni a causa di tensioni per gli aumenti dei prezzi e scioperi, non sembrano esserci sorprese: il Ct Scolari dovrebbe poter contare su tutti i conclamati protagonisti del 4-2-3-1 con cui abbiamo presentato le loro maestranze verdeoro. Dall’ex “acchiappa sogni” interista, il portiere Julio Cesar, al centravanti Fred, comporranno la retroguardia stelle come Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva e Marcelo, protetti dalla cerniera mediana composta dall’accoppiata Paulinho-Luis Gustavo; fari puntati sulla batteria di trequartisti composta da Hulk, Neymar (foto sopra) e Oscar, nonostante questi ultimi abbiano accusato qualche acciacco.

Signore e signori, è tempo di mollare gli ormeggi e lasciare ansie e speranze all’insindacabile verdetto del campo: benvenuti ai Mondiali di calcio 2014. Dalle nostra redazione il più caloroso augurio di “buon calcio”: dalle ore 22, scatenate l’inferno della vostra passione…

@ Mario Agostino

Comments

comments

Filed Under: News

Tags: , , , , ,